Martedì, 23 Aprile 2019
RSS Feed

cultura ed eventi

Categoria: eventi

"Melange à trois"

Viaggio nella Poesia della Musica-da Bach al fado

redazione lunedì 22 aprile 2019
concerto 25 aprileCERVETERI - Giovedi 25 Aprile 2019 alle 18, nella Sala Ruspoli a Cerveteri (Piazza Santa Maria), concerto gratuito sino ad esaurimento posti:
Melange à trois, Viaggio nella Poesia della Musica - da Bach al fado.

Il Maestro Fabio Cavaggion al violoncello, Livia Bigi (canto) e Fabio de Vincenti (chitarra classica).

Perché un concerto di violoncello il 25 Aprile? era l'11 Novembre 1989 e le televisioni di tutto il mondo trasmettevano qualcosa che sino ad allora sarebbe parso impensabile: era caduto il Muro di Berlino. Il Maestro Rostropovic accorre da Parigi, prende il suo violoncello Stradivari e al Check Point Charlie inizia a suonare Bach. Fermo promotore degli ideali democratici, lui - esule azzèro - sostenne la concezione dell'arte senza frontiere. Dichiarò di aver suonato per rivolgere una preghiera di ringraziamento a Dio. In quel Novembre di esattamente 30 anni fa, cambiava per sempre la storia dell' Europa.

Cosi' come cambio' dopo il 25 aprile 1945. Ma senza la CULTURA, non si creano pace e condivisione. La cultura è l'unico possibile terreno dove spargere i semi di una convivenza civile. Abbiamo visto troppi esempi contrari, dal 1945 ad oggi, in ogni parte del mondo.

La cultura è il fondamento delle civiltà umane. Solo la cultura puo' unire, favorire scambi rispettosi dell'altro, portare vera ricchezza e crescita. Solo la cultura puo' essere inter-etnica, inter-religiosa, inter-personale. Solo la cultura puo' essere la base su cui costruire un'Europa dei popoli.

Per questo il 25 Aprile, come fece Rostropovic, regaliamo un concerto di Bach e di musica europea di ogni tempo. Ripartiamo da qui, dalla musica, che è la piu' alta espressione universale dell'anima umana, capace di esprimere la bellezza e di unire nel rispetto delle diversità.

Per infomazioni: Marina Sonzini 334.9310119 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il Maestro Fabio Cavaggion, allievo di Giovanni Sollima, ha fatto parte dell'Orchestra Giovanile di Santa Cecilia, ha suonato con le orchestre del Teatro Cilea di Reggio Calabria, del Massimo di Palermo, a Napoli, a Malta. Ha preso parte a produzioni internazionali con grandissimi della musica come Salvatore Accardo e Katia Ricciarelli. Dal 1997 al 2009 è stato il violoncellista dell'Orchestra Europea del Portogallo e ha suonato con artisti del calibro di Gilberto Gil e i Madredeus.

Nel 2014 con l'attrice Valentina Cortese ha suonato al Teatro Argentina di Roma dinnanzi al Presidente Napolitano. Chiamato dall'Ambasciatrice di Francia Catherine Colonna, ha suonato Bach all'Ambasciata di Francia a Palazzo Farnese. Ha preso parte al film sulla vita di J. S. Bach con Gerard Depardieu e Max von Sydow.

Suona un magnifico violoncello di 175 anni, fa il liutaio a Cipro e spesso regala la sua arte ai passanti incuriositi che passano vicino al Pantheon o a Piazza della Minerva.

Perché ad un certo punto della sua carriera ha deciso che la musica è libertà, bisogna farla insieme e deve arrivare alla gente, nelle strade, con gratuità. Perché la musica è patrimonio di tutti.

Nel concerto di Cerveteri suonerà un programma che parte da Bach (la celeberrima Suite No. 1 in G Major) per arrivare alle sonorità del fado, passando per Antonio Vivaldi e per musiche da lui stesso composte.

Tre atti per raccontare tre modi diversi di concepire la musica attraverso i secoli e gli stili. Sarà accompagnato da Fabio de Vincenti alla chitarra classica e dalla splendida e suadente voce di Livia Bigi che interpreterà brani tradizionali di fado.

Share on Facebook
Categoria: eventi

Quindici anni di Unesco: lungo ciclo di conferenze a Cerveteri

Dal 2 maggio al Granarone e Sala Ruspoli

redazione sabato 20 aprile 2019
Quindicesimo UnescoCERVETERI - A quindici anni dall'iscrizione della Necropoli Etrusca della Banditaccia di Cerveteri nella lista del Patrimonio Mondiale dell'Umanità, il Comune di Cerveteri con la collaborazione della Soprintendenza ha organizzato un ciclo di conferenze che si terranno a Cerveteri a Sala Ruspoli e presso la sede del Comune, nell'Aula Consiliare del Palazzo del Granarone.

Queste si terranno nel corso del mese di maggio, settembre ed ottobre con cadenza settimanale.

"Un lungo ciclo di incontri dedicati a Cerveteri e la sua millenaria storia – ha dichiarato Lorenzo Croci, Assessore alla Promozione e allo Sviluppo Sostenibile del Territorio – grazie al prezioso sostegno della Soprintendenza proponiamo per tutto il periodo primaverile e autunnale una serie di conferenze, con esperti e ospiti illustri, per far conoscere ancor più nel dettaglio l'arte, la cultura e la storia degli Etruschi. Ogni conferenza sarà preceduta da una visita guidata nei luoghi di maggior pregio archeologico e culturale di Cerveteri. Ma questa è solamente una delle tante iniziative che abbiamo in programma quest'anno per celebrare il 15esimo Anniversario dal riconoscimento UNESCO di Cerveteri. Proseguiremo infatti anche quest'estate con appuntamenti speciali nell'area della Necropoli Etrusca della Banditaccia e nel Centro Storico. Tante iniziative, sempre di concerto con la Soprintendenza e le numerose realtà associative di volontariato del territorio, che con passione e grande dedizione quotidianamente si impegnano per il nostro Patrimonio Storico e Culturale".

Primo appuntamento, giovedì 2 maggio alle ore 17.30 in Sala Ruspoli con la Conferenza "Il Sito Unesco di Cerveteri: tra passato e futuro".

Nei prossimi giorni sarà pubblicato il calendario completo degli appuntamenti.

Le relazioni a cura di studiosi che hanno prestato il loro prezioso contributo per la conoscenza di aspetti ancora tutti da approfondire sulla cultura degli Etruschi di Cerveteri sono frutto di una stretta e fattiva collaborazione tra la Soprintendenza ed i vari Istituti Universitari e di Ricerca.

Vengono presentati gli ultimi risultati delle ricerche archeologiche nell'abitato e negli impianti santuariali dell'antica Caere che portato alla luce un interessante spaccato di storia urbana dall'età del Ferro all'età imperiale romana e con le successive vicende di spoliazioni, attività agricole e scavi legali e illegali sino ai nostri giorni.

Sono presenti anche contributi con i quali si porta a conoscenza il grande pubblico sui risultati di recenti indagini archeologiche, eseguite nelle varie necropoli di Cerveteri (Banditaccia, San Paolo) e sui nuovi elementi di conoscenza desunti da ricerche intraprese negli sessanta del novecento ( Necropoli di Monte Abatone) che, oltre a fornire ulteriori informazioni sui ceti aristocratici e sull'architettura funeraria, a questi ultimi destinata e divenuta esaltazione del proprio status sociale, aprono nuovi scenari su modalità di costruzione modulare di interi quartieri funerari con criteri d'impronta moderna.

Cerveteri non sarebbe stata una delle più importanti metropoli del Mediterraneo senza il porto di Pyrgi (Santa Severa). Questo non solo è stato il principale veicolatore di ceramiche, oggetti preziosi, avori, poi rinvenuti all'interno di tombe e negli abitati, e provenienti da ogni Regione della Grecia e del Medio Oriente ma, dato più interessante, di uomini ed idee.

Le ricerche tuttora in corso a Pyrgi saranno presentate in questa occasione e forniranno materia di approfondimento non solo delle conoscenze già acquisite ma degli studi in corso.

Sul fronte degli studi sul paesaggio antico viene esaminata la fase che segna il passaggio dallo scavo archeologico tout- court all'azione di restauro e restituzione di un complesso monumentale, azioni che, nel caso della Necropoli della Banditaccia hanno contribuito a trasformarla in uno dei luoghi più suggestivi del mondo antico

Ancora non è stata superata la grande sfida tecnologica che ha visto il Sarcofago degli Sposi in versione digitale grazie ad una regia condivisa che ha unito metodologie tradizionali delle discipline umanistiche a tecnologiche all'avanguardia come l'Hologram Display Sistem. Verrà trattata l'istallazione del Sarcofago degli Sposi felicissima combinazione tra archeologia, tecnologia, computer grafica, olografia e 3 mapping.

L'applicazione "del più nuovo" quale necessario supporto "del più antico" anche nelle attività istituzionali quali la tutela e la valorizzazione hanno reso necessario ricorrere a metodi e tecniche speditive come il laser scanner e la fotogrammetria da UAV che hanno assicurato precisione geometrica, ridotti tempi di acquisizione e versatilità̀ di impiego i cui risultati verranno presentati al grande pubblico.

Share on Facebook
Categoria: eventi

Cerveteri, domani rievocazione storica Via Crucis

Alle 21 in Piazza Aldo Moro

redazione giovedì 18 aprile 2019
via crucis cerveteri dueCERVETERI - Si rinnova la tradizionale Rievocazione Storica della Passione e Morte di Gesù a Cerveteri. In questi minuti procedono infatti in Piazza Aldo Moro i lavori per l'allestimento del Palco per la tradizionale Via Crucis, una tradizione lunga più di mezzo secolo, che vede il lavoro certosino e minuzioso del Comitato del Venerdì Santo, coordinato da Pietro Longatti che come al solito vestirà i panni di Ponzio Pilato durante la rappresentazione.

"Quello della Rievocazione Storica della Passione e Morte di Gesù è un appuntamento suggestivo, emozionante, che ogni anno richiama nel nostro Centro Storico migliaia di visitatori provenienti da tutto il Lazio – ha dichiarato Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri – una manifestazione che coinvolge più di 100 figuranti, tutti vestiti con abiti davvero di pregio, con bighe, cavalli, suoni, giochi di luce e tutti quegli elementi che ripercorrono le ultime ore della vita e della passione di Gesù, fino alla crocifissione".

"Grazie al lavoro del Comitato del Venerdì Santo, davvero encomiabile per l'amore con il quale ogni anno prepara l'evento, quello della Via Crucis è un momento che unisce la nostra comunità, che sempre attende questo appuntamento davvero suggestivo, complice anche un Centro Storico che ben si presta ai vari momenti della Passione – ha proseguito Alessio Pascucci – invito pertanto tutti coloro che ancora non hanno mai avuto occasione di assistere a questa manifestazione a venire a Cerveteri, nella nostra città. Rimarranno estasiati dalla bellezza e dalla cura dettagliata di ogni aspetto di questo evento simbolo della tradizione di Cerveteri".

L'appuntamento è per le ore 21.00 in Piazza Aldo Moro a Cerveteri.

Share on Facebook
Categoria: cultura

"Oltre la Sindone"

A Cerveteri il libro di Antonella Pagano

redazione mercoledì 17 aprile 2019
locandina PAGANO 18 aprile 2019CERVETERI - Uno straordinario appuntamento per aprire ufficialmente le celebrazioni della Pasqua, che a Cerveteri vantano una lunghissima tradizione.

Raccogliendo simbolicamente il testimone della compagnia del Teatro di Canale Monterano che nei giorni scorsi ha messo in scena la toccante Passione sul testo di Mario Luzi, testimone che venerdi' passeremo a nostra volta alla spettacolare rievocazione storica, che a Cerveteri si svolge da oltre mezzo secolo, giovedi' pomeriggio alle 18, in Sala Ruspoli, la poetessa Antonella Pagano ci regalerà una meravigliosa lettura scenica della sua Passione. Un testo di pura poesia, in cui le parole si fanno musica e la musica vibrazione che tocca i cuori.

Un testo che vibra del Cristo Uomo, di sua Madre ai piedi della croce, e che diventa preghiera. Una preghiera che grida l'amore di Cristo, cosi' immenso da essere scandaloso nella sua sofferenza umana, cosi' immenso da farsi perdono, cosi' immenso da avvolgere ogni uomo e donna del suo incanto. La Sindone, Sacro Lenzuolo che ha avvolto il corpo umano di Gesu', impresso dalla luce ultraterrena dell' Eterno si fa segno della luce che è in ciascuno di noi e ci chiama ad indossare la solennità del mistero.

Un testo emozionante, commovente, toccante fino nel profondo dell'anima.

LA LUCE SI FA CHIAVE. Il territorio sindonico come viaggio nel territorio dell'anima .

"Ad ali spiegate, espandiamo l'anima nell'Oltre" e finalmente, COMPRENDIAMO.

L'evento è patrocinato dal Comune di Cerveteri, che ringraziamo per il sostegno alla cultura dimostrato con sensibilità e attenzione.

Per informazioni: Marina Sonzini tel 334.9310119

Share on Facebook
Categoria: eventi

Cerveteri, fervono preparativi per rievocazione morte di Gesù

Venerdi 19 alle 21 in Piazza Aldo Moro

redazione venerdì 12 aprile 2019
rievocazione passioneCERVETERI - "Una tradizione della città. Un appuntamento atteso da famiglie non solo di Cerveteri ma di tutto il Litorale, che ogni anno affollano il nostro Centro Storico per assistere a questo evento, curato in ogni singolo dettaglio, entrato da oltre mezzo secolo nella cultura locale".

Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri, annuncia così la Rievocazione Storica del Venerdì Santo, la rappresentazione organizzata dal Comitato del Venerdì Santo e da Pietro Longatti, che da anni con passione oltre a seguire i dettagli logistici e organizzativi, ricopre all'interno della rappresentazione il ruolo di Ponzio Pilato.

"Una meravigliosa scenografia, suggestivi giochi di luce, colonne sonore, vestiti di pregevole fattura, cavalli e bighe ed oltre 100 figuranti. Sono questi gli elementi che ogni anno caratterizzano questo evento davvero unico. Con minuziosa cura vengono riproposti tutti i momenti della cattura, del processo di condanna, del calvario e della morte di Gesù, tutto all'interno del nostro Centro Storico che ben si presta alla rappresentazione – ha dichiarato Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri – un evento imperdibile, che invito chi non ha ancora mai avuto l'opportunità di vederlo, a non perderlo. Anche quest'anno sarà una grande emozione assistere a questo appuntamento così atteso dalla nostra comunità".

L'appuntamento è per venerdì 19 aprile alle ore 21.00 in Piazza Aldo Moro.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -