Sabato, 28 Novembre 2020
RSS Feed

cultura ed eventi

Categoria: cultura

"Il viandante sulle mappe"

Progetto di arte,scienza,letteratura di T con Zero

redazione domenica 6 settembre 2020
viandante sulle mappeLAGO - Dal 6 al 30 settembre 2020, IL VIANDANTE SULLE MAPPE, Scienza, arte e letteratura. Un progetto di Ti con Zero.

Il progetto è vincitore dell'Avviso Pubblico EUREKA!ROMA2020-2021-2022, fa parte di ROMARAMA 2020, il palinsesto culturale promosso da Roma Capitale, ed è realizzato in collaborazione con la SIAE.

Un approccio triennale e multidisciplinare che avvicina, semplifica e divulga la cultura scientifica. Si comincia da noi, cioè dal paesaggio, perché il paesaggio siamo noi: quello che respiriamo e quello che vediamo, quello che conosciamo e quello che facciamo. Il paesaggio è un luogo dell'anima ed è l'anima di un luogo, è quello che ci circonda fuori ed è quello che ci invade dentro, è il viaggio che ci conduce attraverso le mappe geografiche e i labirinti più intimi. Il paesaggio è un'opera d'arte naturale e umana.

A lezione di paesaggio, dunque. Il progetto "Viandante sulle mappe", proposto per "Eureka!Roma2020-2021-2022", ha come oggetto il Borgo di Cesano e il Complesso vulcanico sabatino. Li vive attraverso la scienza, l'arte e la letteratura, per la prima volta con una durata triennale. Il primo anno sarà dedicato a scoprire, scoprire il territorio, l'ambiente, gli abitanti; il secondo a conoscere, conoscere le relazioni tra l'uomo e la natura; e il terzo a fare, cioè rispettare, sostenere, adeguarsi, adattarsi, comportarsi. E con l'aiuto, la mediazione, l'interpretazione, il sostegno, l'illuminazione di scienziati e artisti, attori e autori.

A lezione di paesaggio fra concerti e letture, camminate ed escursioni, narrazioni digitali e mappature sonore, giochi ed esperimenti, racconti e resoconti. Il primo anno, dal 6 al 30 settembre 2020, con partecipazione gratuita e prenotazione obbligatoria, in un'area che va da Cesano di Roma al Lago di Martignano, un programma rivolto a un pubblico di tutte le età, e sempre disponibile in podcast e registrazioni sui canali di comunicazione collegati al progetto.

All'interno della rassegna viene presentato "Quadri della natura - Geologia e geografia di un territorio" realizzato con il contributo del Parco naturale regionale di Bracciano-Martignano.

Tra gli spettacoli, venerdì 11 settembre, alle 20 e alle 21, nella Chiesa san Giovanni Battista nel Borgo di Cesano, Francesco Gazzara al pianoforte suona i Genesis, il gruppo rock progressivo degli anni Sessanta e Settanta, con una selezione di brani dedicati al paesaggio naturale e umano del nostro pianeta.

Tra i laboratori, domenica 13 settembre, dalle 15, al Casale di Martignano (Strada di Martignano, snc, Campagnano di Roma), il Museo dell'Energia di Ripi, il Museo del Vulcanismo MuVE di Giuliano di Roma e il Museo Geofisico di Rocca di Papa propongono tavoli interpretativi e interattivi, e il fotografo Pier Francesco Giordano illustra "Herbarium cianotipico", un'officina artistica su una tecnica di stampa, stavolta applicata alle piante raccolte ai margini delle strade, negli interstizi tra le pietre e nei boschi.

Tra le mostre, ecco "Diari verdi 2020", trenta burattini in 3D creati da Fernanda Pessolano durante la quarantena per la pandemia, solo con materiali di recupero. Ciascun burattino è accompagnato da didascalie-commenti culturali e scientifici, e vuole essere uno spunto perché i bambini delle scuole elementari e i ragazzi delle medie possano trovare altre parole ed esprimere sentimenti di quel particolare periodo.

Collaborano al progetto

Davide Barone, studente di Musica Elettronica e Fonia presso il Saint Louis Music College ebeatmaking; Nando Bauco, geologo e direttore Museo del Vulcanismo MuVE di Giuliano di Roma; Maurizio Cardillo, attore, autore e regista; Marco Cavinato, website; Settimio Cecconi, archeologo e ambientalista; Giuliana D'Addezio, geologa e direttrice Museo Geofisico di Rocca di Papa; Alessandro D'Alessandro, organettista; Daria Deflorian, attrice, autrice e regista; Corrado Fantoni, compositore e musicista; Cinzia Gabbrieli, naturalista; Francesco Gazzara, pianista e compositore; Pierfrancesco Giordano, fotografo e docente dell'Accademia di Belle arti di L'Aquila; Lorenza Merzagora, biologa, museologa e coordinatrice del Sistema museale RESINA; Ugo Micheli, illustratore; Carlo Molinari, videomaker; Maria Morhart, Operatrice culturale; Fabio Musmeci, fisico e ricercatore presso Enea Casaccia e Presidente dell'Associazione Italiana Compostaggio; Eva Paciulli, trampoliere e performer; Marco Pastonesi, scrittore e giornalista sportivo; Fernanda Pessolano, artista e operatrice culturale; Umberto Pessolano, geologo e naturalista, esperto nella didattica scientifica; Aurora Pica, danzatrice; Daniele Tenze, geologo, attore e divulgatore presso Immaginario Scientifico di Trieste; Ilaria Troncacci, operatrice culturale; Stefano Valente, biologo e docente presso Didattica della scienza, Facoltà di Biologia Tor Vergata; Federico Varazi, geologo, museologo e direttore del Museo dell'Energia di Ripi.

In collaborazione con Parco naturale regionale di Bracciano-Martignano; Università agraria di Cesano; Didattica della scienza, Facoltà di Biologia Tor Vergata; Museo dell'Energia, Museo del Vulcanismo MuVE e Museo Geofisico; Associazione Il Cammino delle Terre Comuni; Associazione italiana compostaggio; Parrocchia di san Giovanni Battista di Cesano di Roma; Istituto tecnico tecnologico/Liceo scientifico e Liceo scienze umane Blaise Pascal di labaro; Istituto comprensivo Enzo Biagi, Agriturismo Casale di Martignano

Ufficio stampa Ti con Zero

Marco Pastonesi

PARTECIPAZIONE GRATUITA E PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Info e prenotazioni: Ti con Zero 3498728813

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.associazioneticonzero.it FB Il viandante sulle mappe

Programma

DOMENICA 6 SETTEMBRE - Narrazione digitale

QUADRI DELLA NATURA – Geologia e geografia di un territorio

Ore 17 - diretta FB Parco di Bracciano-Martignano

Mostra didattica divulgativa in versione digitale sul Complesso vulcanico sabatino a cura di Taxa

Con Umberto Pessolano, geologo e direttore del Museo del fiume di Nazzano, Andrea Bonamico, modellizzazione 3D; Carlo Molinari, videomaker

Geologia e geografia di un territorio. Un racconto digitale per comprendere il paesaggio e il territorio, attraverso l'evoluzione geologica del Distretto vulcanico sabatino, i modelli in 3D del territorio del parco e dei suoi campioni litici.

In collaborazione con il Parco naturale regionale di Bracciano-Martignano.

Diffusione sui canali di comunicazione del Parco di Bracciano-Martignano e associazione Ti con Zero

VENERDÌ 11 SETTEMBRE - Concerto

Ore 20 e 21 – Chiesa san Giovanni Battista, Borgo di Cesano

DANCE ON A VOLCANO - Gazzara Plays Genesis

Con Francesco Gazzara, pianista e compositore

Un pianeta, la Terra, oltre i limiti dei cambiamenti climatici. Un fiume, il Firth, che con il suo scorrere rappresenta la vita, la storia, il tempo. Un vulcano, forse vero o forse onirico, con le stesse scosse, esplosioni e suoni di uno spartito, di una musica, di una band - i Genesis.

Luogo san Giovanni Battista, piazza Caraffa 24 Durata 30 minuti e 2 turni Partecipanti max 40 Età per tutti

SABATO 12 SETTEMBRE – Sentiero di arte e natura

Ore 16.30– Parco del Rigo

ARCHEOLOGIA NATURALE

Di Fernanda Pessolano, sentiero e installazioni; Eva Paciulli, performance; Aurora Pica, danza; Alessandro D'Alessandro, paesaggio sonoro; Maurizio Cardillo, narrazione

Il Sentiero di arte e natura è una performance itinerante che ha come drammaturgia il genius loci. Un'arte che si vuole alleare con una corretta pratica ecologica. Il paesaggio sonoro e le performance sono in stretta connessione con le forme, i colori e i suoni della natura.
Partenza/Arrivo piazza Caraffa, Borgo di Cesano Durata 3h Partecipanti max 45 - tre gruppi partenza a scaglioni Età per tutti

DOMENICA 13 SETTEMBRE - Viandanza

Ore 9 – da Isola Farnese a Borgo di Cesano

SCIENZA IN SPALLA - Via Francigena

A cura di Associazione Il Cammino delle Terre Comuni

Un paesaggio stratificato di civiltà: le tagliate etrusche, le tombe, le ville romane e edifici medievali sono le impronte per ricostruire la rete viaria antica nell'Agro Veientano, tra Cassia e Braccianese.

Partenza piazza della Collonnetta, Borgo di Isola Farnese Arrivo Borgo di Cesano e momento conviviale Durata 5h Partecipanti max 60 Età adulti

DOMENICA 13 SETTEMBRE - Esperimenti e giochi

Ore 15 -19 – Casale di Martignano

DOMENICA DELLA SCIENZA

Tavoli interpretativi e interattività con Nando Bauco - Museo del Vulcanismo MuVE di Giuliano di Roma (FR), Giuliana D'Addezio - Museo Geofisico di Rocca di Papa (RM e Federico Varazi - Museo dell'Energia di Ripi, Didattica delle Scienze di Biologia -Tor Vergata, Parco naturale regionale di Bracciano-Martignano, Associazione Italiana Compostaggio, Associazione Ti con Zero, Università Agraria di Cesano

Una giornata di divulgazione scientifica e giochi. Tra geologia e geotermia, ecosistema e rocce. Sai come avviene un'eruzione vulcanica? Cosa sono le onde sismiche, le placche che costituiscono la litosfera del nostro Pianeta. Come il magma si trasforma in roccia? Cos'è l'energia geotermica? La sintesi clorofilliana e il compost?

Luogo Strada di Martignano, snc, Campagnano di Roma
Durata laboratori e gruppi ogni mezz'ora Età bambini dai 7 agli 11 anni e famiglie

Ore 16 -18 – Casale di Martignano

HERBARIUM - Laboratorio artistico

A cura di Pier Francesco Giordano, fotografo e Stefano Valente, biologo

Una proposta artistica e scientifica, sperimentale e analogica, che utilizza la tecnica della cianotipia. Un omaggio ad Anna Atkins, botanica e fotografa inglese allieva di William Fox Talbot, che per prima sperimentò questa tecnica ritraendo su carta fotosensibile alcune alghe.

Luogo Strada di Martignano, snc, Campagnano di Roma Durata laboratori e gruppi ogni mezz'ora Età bambini dai 7 agli 11 anni e famiglie

DOMENICA 20 SETTEMBRE - Escursione e letteratura

Ore 9.30 – Lago di Martignano

SCIENZA IN SPALLA - Ultima epoca

Conduce Settimio Cecconi, archeologo e ambientalista. Letture dai diari di viaggio di Alexander von Humboldt, scienziato, esploratore e geografo

Escursione nel versante romano del lago dove alligna una vegetazione autoctona e dove si trovano resti di una necropoli romana, una struttura di epoca medievale, una piccola tagliata, un villaggio villanoviano sul Monte Sant'Angelo.

Partenza/Arrivo piazza Caraffa, Borgo di Cesano Distanza 7 km Durata 6h Partecipanti max 15 Età per tutti

DOMENICA 27 SETTEMBRE - Escursione

Ore 9.30 – Monte sant'Angelo

SCIENZA IN SPALLA - Il Distretto vulcanico sabatino

A cura di Umberto Pessolano, geologo e naturalista

Un racconto, continuo divenire del paesaggio: dal ritiro dei mari all'arrivo dei vulcani fino alla colonizzazione dell'uomo. Una storia di equilibri tra acqua e fuoco che l'uomo sta rapidamente trasformando.

Partenza/Arrivo piazza Caraffa, Borgo di Cesano Distanza 7 km Durata 4h Partecipanti max 15 Età per tutti

Ore 9.30 – Lago di Martignano

SCIENZA IN SPALLA - Il Distretto vulcanico sabatino

A cura di Cinzia Gabrielli, guida escursionistica, e Giuseppe Quaresima

Anello del Lago di Martignano, lago craterico, di tipo idromagmatico, del Distretto vulcanico sabatino.

Partenza/Arrivo piazza Caraffa, Borgo di Cesano Distanza 15 km Durata 7h Partecipanti max 15 Età adulti

15 SETTEMBRE / 30 SETTEMBRE – ATTIVITÀ PER LE SCUOLE

Liceo Blaise Pascal e Istituto comprensivo Enzo Biagi di Cesano

Video - PILLOLE DI SCIENZA – I terremoti

Di e con Daniele Tenze, geologo attore, divulgatore Immaginario Scienza Science Center di Trieste

Com'è fatta la terra e come si muove? Cosa sono le onde sismiche e come si misura e identifica l'epicentro di un terremoto? Una narrazione con ingrediente teatrale.

Podcast - PILLOLE DI SCIENZA - Luoghi e paesaggi

Di e con Daria Deflorian, attrice e autrice

Letture da "Luoghi e paesaggi" di Andrea Zanzotto. L'idea del paesaggio in 18 piccoli saggi, scritti nell'arco di 50 anni, dal poeta.

Mostra Virtuale - DIARI VERDI - Dintorni e Burattini

Di e con Fernanda Pessolano, artista, testi a cura di Lorenza Merzagora, biologa e divulgatrice scientifica e Marco Pastonesi, scrittore.

DOMENICA 6 /30 SETTEMBRE

Uno spunto per ampliare le parole e i sentimenti, i pensieri, le paure e le riflessioni dei bambini/ragazzi, necessari a condividere i luoghi, ampliare le conoscenze scientifiche, soprattutto rielaborare il periodo della pandemia. Trenta burattini realizzati durante la quarantena, accompagnati da didascalie-commento culturali o scientifiche

DIARI VERDI - Mappatura sonora - Parco del Rigo

A cura di Corrado Fantoni, musicista e compositore, Davide Barone, studente di tecnologia del suono e beatmaker

Campionatura di suoni negli ambienti naturali del territorio, affiancata da una mappatura faunistica. Lancio della competizione tra Musica concreta e Tape Music, per giovani dei corsi accademici musicali.

Share on Facebook
Categoria: eventi

"L'Anguillara di Vanvitelli"

Il 6/9 visita guidata su orme del grande vedutista

redazione venerdì 4 settembre 2020
vanvedutapicANGUILLARA - Anguillara vista dagli occhi di un grande artista come Gaspard van Wittel (Amersfoort, 1653 – Roma -13 settembre 1736), più conosciuto come il Vanvitelli. Uno scenario di un'Anguillara settecentesca dove prevalentemente troneggiano l'Arco di Piazza, le mura che degradano a La Valle e il grande olmo in piazza del Lavatoio.

Tecniche e ispirazione di questo straordinario vedutista saranno illustrate nel corso di una lezione sul campo da parte della Associazione Culturale Sabate che opera sin dal 1992 per la promozione turistica e culturale del territorio sabatino e ha fondato e gestisce il Museo Storico della Civiltà Contadina e della Cultura Popolare "Augusto Montori".

Si tratta in sostanza di una visita guidata sul campo al centro storico sulle orme del Vanvitelli.

I partecipanti riceveranno in omaggio una riproduzione di una veduta vanvitelliana di Anguillara.

Appuntamento: ore 10.30 Piazza del Comune (via Doria D'Eboli), Anguillara Sabazia

Quota di partecipazione:
10 euro adulti, gratuito per bambini sotto i 12 anni

Info e prenotazioni:

360 805841 (Graziarosa Villani)
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Prenotazione obbligatoria

Share on Facebook
Categoria: cultura

Ladispoli, riapre sala lettura biblioteca

Lunedì 7/9, necessaria prenotazione via mail

redazione venerdì 4 settembre 2020
biblioteca-peppino-impastato-ladispoliLADISPOLI - "In tempi brevissimi e tra i primi in Italia, stiamo per riaprire le sale di lettura/consultazione libri, presso la Biblioteca Peppino Impastato, già aperta per il solo servizio di ritiro e consegna libri". Con queste parole l'assessore alla Cultura, Marco Milani, ha annunciato che dalla prossima settimana riaprirà la sala lettura della biblioteca Peppino Impastato.

"Nonostante un guasto all'impianto di condizionamento e la carenza di personale, con grande sforzo da parte soprattutto del personale della Biblioteca e dell'Assessorato alla Cultura, da lunedì mattina – ha proseguito Milani - riusciremo a riprendere il servizio. Per garantirlo, il mio ufficio rimarrà ancora presso la Biblioteca, fin quando non sarà superata l'emergenza. Gli ingressi sono limitati, per il rispetto delle normative sul Covid19 e per poter occupare i posti in sala lettura/consultazione si raccomanda la prenotazione via mail, come da avviso. Un ringraziamento agli utenti della Biblioteca per il sostegno e la disponibilità mostrati".

Gli orari saranno i seguenti:

Lunedì 9.00 - 13.00

Martedì 9.00 - 13.00 e 15.00 - 18.00

Mercoledì 9.00 - 13.00

Giovedì 9.00 - 13.00 e 15.00 - 18.00

Venerdì 9.00 - 13.00

Per consegna/ritiro libri l'orario quotidiano del servizio è 9.00 - 12.00

Share on Facebook
Categoria: cultura

Bracciano, biblioteca: fondi statali per acquisto libri

Diecimila euro da spendere entro il 30 settembre

redazione giovedì 3 settembre 2020
libri due copyBRACCIANO - Anche la biblioteca "Bartolomea Orsini" di Bracciano è tra i destinatari del Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali stanziato dal Governo per far fronte all'emergenza COVID-19.

Lo rende noto il Comune di Bracciano.

A seguito della domanda inoltrata la Direzione generale biblioteche ha destinato alla biblioteca di Bracciano € 10.001,9 per l'acquisto di libri, da spendere entro il prossimo 30 settembre presso tre librerie del territorio.

Già dallo scorso anno è stato possibile, per la biblioteca comunale, riprendere ad acquistare nuovi libri; con questa somma, che va ad aggiungersi a quanto già stanziato dall'amministrazione, sarà possibile rinnovare ed implementare il patrimonio librario comunale, che conta oggi circa 30.000 tra volumi ed altro materiale librario.

La biblioteca accetta i desiderata degli utenti, valutando l'acquisto dei volumi più richiesti: è possibile fare richiesta per email all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o direttamente in biblioteca.

Share on Facebook
Categoria: cultura

Ladispoli, mostra collettiva ispirata a Caravaggio

Dal 3 settembre al Centro di Arte e Cultura

redazione martedì 1 settembre 2020
collettiva caravaggioLADISPOLI - "Sono molto felice di annunciare questa mostra, ispirata al Caravaggio, di alcuni tra i più grandi pittori contemporanei della scena artistica nazionale che si terrà dal 3 al 17 settembre presso il Centro Arte e Cultura di Ladispoli".

Con queste parole l'assessore alla Cultura Marco MIlani ha annunciato l'imminente apertura della mostra, curata da Pier Luigi Manieri, "Il Profilo di Caravaggio-il genio e l'uomo" che sarà visitabile dal 3 settembre alle 18.30.

"Ospite d'onore – ha proseguito Milani - il Maestro Venanzoni, autore di opere dedicate alla vita del Merisi (tra l'altro in mostra in questo periodo a Sutri, voluto da Sgarbi). Un altro omaggio che Ladispoli fa al grande pittore lombardo che proprio qui da noi , a Palo, fu arrestato nel luglio del 1610".

Un gruppo selezionatissimo di artisti, tra i più rappresentativi della scena contemporanea (Lidia Bachis, Pasquale Nero Galante, Easypop, Montuschi & Rapiti, Esteban Villalta Marzi, Lucio Fabale, Omino 71,Giampaolo Atzeni) è stato chiamato a rileggere le opere di Caravaggio, ispirarsi ai suoi lavori o alla sua vita, recuperarne la tecnica e l'essenza, dando vita ad una collettiva che ne rifletta il genio e l'anima.

La mostra che è aperta al pubblico dalle 10 alle 19, dalle 16.30 alle 18.30, propone anche un'attrazione dal notevole impatto divulgativo: una sala in realtà virtuale in cui immergersi nell'arte del grande artista. A corredo della collettiva un approfondimento sulla figura del Caravaggio a firma di Riccardo Rosati, saggista e museologo.

"IL PROFILO DI CARAVAGGIO - IL GENIO E L'UOMO", DAL 3 SETTEMBRE AL CENTRO DI ARTE E CULTURA

Di seguito la nota del curatore della mostra Pier Luigi Manieri

Michelangelo Merisi, più noto come il Caravaggio, sta alla storia dell'arte come le invenzioni del fuoco, della vela, del motore, stanno ai progressi scientifici. Il genio Lombardo deflagrò nel Barocco come un evento rivoluzionario. Tant'è che per quanto misconosciuto fino all'essere dimenticato per poi essere riscoperto solo nel 900, la sua eredità, non meno della sua lezione, sono sopravvissute intatte sino ai nostri giorni per illuminarci. In senso tanto metaforico quanto letterale. Caravaggio s'impone all'attenzione introducendo elementi, codici, stilemi di assoluta forza immaginifica. Ricolloca la Santità sul suolo, là dove l'uomo medio possa vederla, toccarla, a sua immagine e somiglianza.

Una santità sofferta nella sua umana e carnale fragilità. Costituita da ossa e nervi guizzanti e tuttavia intrisa di una solennità che incute rispetto e reverenza. Che commuove nel profondo e eleva nella illuminazione. Confermandosi perciò e indiscutibilmente nella più assoluta forma della pittura sacra e religiosa (Crispino Valenziano); esplora la vita nella sua quotidianità. Coi suoi piccoli e immani vizi, malattie, malformazioni, gioie e stupefazioni. Nel volgere lo sguardo al Mito, s'interroga sulla sua fugacità. La grandezza di Caravaggio si palesa nel suo essere seminale per artisti che in lui hanno trovato propellente per la propria arte. Valga per tutti George's de la Tour.

Tutto ciò che costituisce l'estetica caravaggesca si definisce nella più assoluta perfezione formale. E soprattutto, nella luce e per contro nell'oscurità. Caravaggio intuisce e traccia i principi della fotografia. La sua mise en scene è talmente "logica che diviene d'ispirazione per il teatro stesso. Del resto il suo genio riverbera tuttora nelle discipline visive. A lui guarda senza farne mistero Matteo Garrone e vi sono rimandi evidenti nello stesso cinema di Sorrentino. Se sul piano artistico Caravaggio è ascrivibile a pieno titolo e a buon diritto - e dirlo non spetta certo a chi scrive - a quella ristretta schiera di pesi massimi la cui azione si distingue per un'unicità senza tempo né confini, non meno affascinante e meritevole di narrazione è la vita da romanzo di Michelangelo Merisi.

Il Profilo di Caravaggio-il genio e l'uomo si propone come esposizione-omaggio a questa figura che più che centrale, si direbbe, piuttosto, indispensabile nella vicenda e nell'evoluzione della medesima relazione tra l'umanità e l'arte. Il cui contributo, per dirla col Marino, non smette di meravigliare chi davanti le sue opere, inevitabilmente e fatalmente estasiato si pone. Il progetto in memoria di Caravaggio, il quale soggiornò e forse morì nella cittadina balneare, nasce dunque "Il profilo del Caravaggio, il genio e l'uomo". Un gruppo selezionatissimo di artisti, tra i più rappresentativi della scena contemporanea sarà chiamato a rileggerne le opere, ispirarsi ai suoi lavori o alla sua vita, recuperarne la tecnica e l'essenza, dando vita ad una collettiva che ne rifletta il genio e l'anima. Un'immersione assoluta e un'esplorazione definitiva dell'artista e dell'uomo la cui instancabile opera ha modificato il concetto stesso di pittura fissandone nuovi ed universali punti cardinali. Per queste ragioni la sfida è irresistibile. Mediato attraverso stile e sensibilità personali, ciascun artista consegna all'occhio del visitatore il "suo" Caravaggio. Il quale, travalicando confini temporali e steccati dogmatici si sublima attraverso la metafisica, il surrealismo, il concettuale e la Pop Art. Alimentando quel circolo virtuoso che è insito nel concetto di arte che genera arte.

Lidia Bachis, Pasquale Nero Galante, Easypop, Montuschi & Rapiti, Esteban Villalta Marzi, Lucio Fabale, Omino 71,Giampaolo Atzeni. Al Maestro Guido Venanzoni, il più autorevole caravaggista a dimensione mondiale, impegnato nella ricostruzione della vita di Caravaggio attraverso una serie di dipinti che ne raccontano l'esistenza è invece affidata la testimonianza d'autore affinché l'arte ci ricordi che in fondo e sopra ogni cosa è bellezza.

Con L'ultimo approdo, Lidia Bachis, struttura e destruttura su un piano filologico concettuale, la vicenda umana e professionale del Caravaggio, che quasi metapittoricamente è colto nel gesto di ritrarsi. In quest'opera di sintesi dalla significativa forza evocativa, I bari, lavoro giovanile del Caravaggio, si combina col San Girolamo, di cui si riconosce il teschio, forse l'ultima creazione del Merisi. Nell'ambito dell'estetica citazionista propria della scena pop, che nella ricerca di Lidia Bachis ha una matrice significativamente manga, la contaminazione trova forma nel recupero della celebre onda di Hokusai, precursore del tratto nipponico, che nell'Ultimo approdo evoca il mare dal quale arrivò sulla costa di Palo per trovarvi forse la morte.

Destino che come un presagio incombe sul quadro e sul Caravaggio stesso mediante le due formazioni di nero assoluto in luogo dei giocatori. Easypop restituisce il suo Narciso trasfigurandolo nel "riflesso nello stagno-ego e alter ego". Opera iconica e densa di enigmatico surrealismo figlia dell'immaginario di due generazioni: un contemplativo Hiroshi, così lontano dal furore della battaglia osserva il suo altro io, Jeeg e da esso è a sua volta scrutato. Il tutto è come ammantato in una innaturale sospensione. Così come Narciso osserva l'altro sé stesso, vicino e simultaneamente lontanissimo. Sogno di una notte di mezza estate? O forse un doppelgänger da una dimensione parallela e speculare, nel lavoro a quattro mani di Montuschi e Rapiti, dall'afflato metafisico che felicemente si coniuga con la forma classica della figurazione.

Ma chi è realmente chi? Esteban Villalta Marzi esponente tra i più autorevoli della scena pop europea combina nel suo lavoro storicizzato, Polidoro con Caravaggio. Dal primo prende in prestito il .soggetto che nelle sue mani si plasma dando vita ad altro. A Caravaggio "ruba' l'oscurità e la luce con l'Uomo d'acciaio al suo centro: Il ratto di Superman. Per Lucio Fabale, Caravaggio è a tutti gli effetti un'icona pop, quindi combinando la lezione di Warhol con la sua riconosciuta estetica del pixell moltiplica efficacemente l'immagine del Merisi così come il padre della Pop Art insegna.

Ma Michelangelo Merisi, il Caravaggio, fu già icona popolare quando l'Italia era monetariamente sovrana. Ce lo ricorda Omino 71, che nel segno della riproducibilità pop, moltiplica e rimette "in circolo" la celebre banconota da 100.000 Lire (che fu anche l'ultima), col volto dell'artista. Giampaolo Atzeni dà luce ad una Natura morta più viva che mai. Psicadelica e visionaria adornata da serpenti che rimandano alla Medusa e un'abbondanza di teschi. Così come la Medusa e il suo groviglio di serpi animano un'altra opera di Omino71. Se la fisicità nervosa e il rigore caravaggesco rivivono nelle tele di Pasquale Nero Galante, la Bachis e Fabale si concentrano su Il Martirio di San Matteo e La Decapitazione di Giovanni Battista.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -