Domenica, 22 Settembre 2019
RSS Feed
Categoria: Il Buongustaio

Arancini, che passione!

A Montalbano piacevano quelli di Adelina

Redazione mercoledì 13 marzo 2013
aranciniSugli arancini, si sa, c'è una letteratura varia e discordante. Pur essendo un piatto tipico siciliano, troverete ricette diverse a seconda della zona della Trinacria dove vi trovate. A Palermo li troverete diversi da Messina, a Siracusa incontrerete un gusto diverso da Catania.
Camilleri, romanziere geniale che ha inventato il Commissario Montalbano, ne prese spunto per uno degli episodi più famosi della saga: Gli Arancini di Montalbano. Ma la storia del famoso commissario - che andava matto per quelli di Adelina, la cammarera del romanzo - si svolge a Vigàta, paese che esiste soltanto nella fantasia dello scrittore ma che in realtà cela la vera città di origine di Camilleri: Porto Empedocle.

Non sappiamo come vengono preparati gli arancini da quelle parti, ma Rosanna, una nostra lettrice imbattuta per caso sul sito de il Corriere del Lago, ci invia dalla Sicilia questa strepitosa ricetta. Che però - ci ha confessato - le è stata tramandata da Michelina. Tanto per dare a Cesare quel che è di Cesare, e quel che è di Michelina a Michelina. Buon appetito.

Arancini messinesi per 4 persone

1 kg riso
3 uova
100 gr. parmigiano
100 gr. caciocavallo o pecorino
250 gr. passata di pomodoro
150 gr. carne macinata
4 cucchiai di piselli
100 gr. Prosciutto
1 mozzarella
1/2 cipolla
olio, sale, pan grattato q.b.

Fate cuocere il riso in abbondate acqua salata, scolatelo al dente e fatelo riposare. Nel frattempo preparate la farcitura: tagliate finemente la cipolla, fatela rosolare in un tegame in due cucchiai d'olio extra vergine d'oliva. Aggiungete la carne macinata e i piselli e fate cuocere a fuoco alto. Versate la passata di pomodoro, abbassate il fuoco e fate cuocere per altri 20 minuti, fino a che il sugo non sia addensato.

Impastate il riso, ormai freddo, con 4 cucchiai di sugo, le uova, il parmigiano e il caciocavallo.
Prelevate adesso una manciata di riso e formate una pallina della dimensione di una piccola arancia. Fate un buco al centro e metteteci un cucchiaio del ripieno appena preparato, un dado di mozzarella e qualche pezzettino di prosciutto.

Chiudete con un altro po' di riso. Ripetete l'operazione fino a che non finite gli ingredienti. Passate gli arancini di riso nel pan grattato e friggetele in abbondante olio caldo.

Gli arancini sono buoni sia caldi sia freddi.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -