Martedì, 4 Agosto 2020
RSS Feed

primo piano

Categoria: primo piano

Lazio, riparte il progetto 'Ossigeno'

10 milioni per una Regione sempre più green

redazione martedì 4 agosto 2020
alberi
LAZIO - Riparte il progetto OSSIGENO per la piantumazione di 6 milioni di alberi, uno per ogni cittadino della regione. La Regione Lazio investe in un nuovo Avviso di Manifestazione di Interesse rivolto agli Enti pubblici o di diritto pubblico, agli Enti di diritto privato accreditati dalla Regione Lazio e agli Enti del terzo settore per selezionare proposte progettuali volte alla piantumazione di alberi e arbusti, preferenzialmente autoctoni.

Il progetto OSSIGENO fa parte del più ampio programma di azioni LAZIO GREEN con l'obiettivo di contrastare il cambiamento climatico, compensare le emissioni di CO2, proteggere la biodiversità. Il 21 novembre 2019, in occasione della Giornata Nazionale degli Alberi e della Festa dell'Albero promossa da Legambiente, è entrata nel vivo la messa a dimora dei primi 5.000 alberi e arbusti provenienti dal Vivaio del Parco Regionale dei Monti Aurunci, con il coinvolgimento di scuole e università pubbliche del Lazio, ospedali e centri anziani, Parchi Regionali, Istituti Culturali, Dimore storiche, musei, biblioteche, beni demaniali, ATER, IPAB e tanto altro.

Oggi il progetto riparte con un nuovo Avviso pubblico, online da giovedì 6 agosto p.v. Le proposte progettuali dovranno essere inviate all'indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC): Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , secondo le specifiche riportate nell'Avviso, entro e non oltre 90 giorni dalla data di pubblicazione.

Sia gli alberi sia le opere necessarie alla piantumazione saranno totalmente a carico della Regione Lazio e non prevedono alcun onere per i beneficiari, ad eccezione della successiva manutenzione delle piante.

Tutte le informazioni sono disponibili sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio, nella sezione Avvisi e Bandi del sito www.regione.lazio.it, sul sito dedicato al progetto OSSIGENO www.regione.lazio.it/rl/ossigeno/ e sulla piattaforma "Sistema Acquisti Telematici della Regione Lazio – S.TEL.LA", accessibile sul sito della https://stella.regione.lazio.it/Portale/.

"Con 10 milioni di euro per il triennio 2020/2022 riprendiamo un discorso che si è interrotto qualche mese fa, riparte infatti il progetto OSSIGENO per fare del Lazio la prima regione green in Italia. Con l'emergenza Covid siamo stati costretti a riorganizzare l'agenda delle priorità, ma nel segno della ripartenza stiamo riavviando le grandi azioni strategiche che avevamo predisposto. Il progetto OSSIGENO è una di queste, e realizzarlo oggi è ancora più importante di prima, è il segno tangibile che la rinascita è possibile, e con grande entusiasmo torno a parlare in maniera concreta di questa iniziativa. Vogliamo non solo finanziare progetti di fornitura e messa a dimora degli alberi più interessanti dal punto di vista ambientale e paesaggistico, ma sostenere idee che si ispirino ai principi di educazione alla sostenibilità ambientale di tutta la cittadinanza. Usciremo dalla crisi sociale ed economica provocata dal Coronavirus solo se sapremo imprimere una vera svolta al nostro modello di sviluppo, a partire dalla valorizzazione dei beni naturalistici e dalla necessità di una lotta radicale alle cause dei cambiamenti climatici. La Regione Lazio c'è, non molliamo di fronte a nessuna difficoltà perché siamo convinti che la partecipazione mirata alla crescita del patrimonio ambientale di qualità rappresenta una garanzia di benessere delle nuove generazioni". Così il Presidente della Regione, Nicola Zingaretti.

Share on Facebook
Categoria: primo piano

Lazio, Covid: parte la sperimentazione vaccino

Finanziata da Regione e Ministero Ricerca

redazione lunedì 3 agosto 2020
vaccino
LAZIO - Da Roma parte la sperimentazione del vaccino Covid made in Italy finanziato dalla Regione Lazio e dal Ministero Ricerca, che coinvolgerà anche Verona, Cremona e poi Piacenza. Dal Lazio e dagli scienziati dello Spallanzani, una spinta nazionale al vaccino Partiranno dall'Istituto Spallanzani le sperimentazioni per il vaccino anticovid made in Italy sull'uomo.

Ne dà notizia la Regione Lazio.

Sarà somministrato a 45 volontari sani, di massimo 55 anni, divisi in tre gruppi da 15. Si attenderà l'esito dei test che, se non forniranno controindicazioni come auspichiamo, saranno successivamente allargati ad un nuovo gruppo di volontari sani di età compresa tra i 65 e i 75 anni.

Il campione sarà ulteriormente esteso con il progredire dei risultati che hanno come obiettivo quello di identificare la quantità minima di vaccino capace di sviluppare gli anticorpi.

"Come Regione Lazio abbiamo sostenuto questa fase delicata della ricerca con un investimento di 5 milioni di euro su un totale di 8 e chiaramente la conclusione positiva della fase preclinica lascia ben sperare per risultati significativi anche sull'uomo. Il mio grazie va a quanti, con dedizione e professionalità, sono impegnati ogni giorno nella lotta al virus che sarà definitivamente sconfitto con l'arrivo del vaccino.Nel frattempo con il virus ancora in corso, è necessario per tutti i cittadini continuare a rispettare tre semplici regole: uso della mascherina, distanziamento e lavaggio continuo delle mani." Queste le parole del Presidente Nicola Zingaretti .

Share on Facebook
Categoria: primo piano

Regione, mobilità: torna 'Lazio in Tour'

Un mese di spostamenti gratis per i giovani

redazione sabato 1 agosto 2020
castello-santa-severa tre
LAZIO - Da sabato 1 agosto parte LAZIO in TOUR.Torna l'iniziativa della Regione Lazio che consente ai ragazzi tra i 16 i 18 anni iscritti alla LAZIO YOUth CARD di viaggiare gratuitamente per 30 giorni su tutti gli autobus Cotral e i treni regionali del Lazio di Trenitalia e viaggiare tra Roma, Frosinone, Latina, Rieti, Viterbo e tutti gli altri 373 piccoli e medi Comuni del territorio, 720 ore di tour per andare ovunque.

Tutti i giovani possessori di LAZIO YOUth CARD grazie all'App "Laziointour", sviluppata da Laziocrea, potranno organizzare un viaggio su tutti i servizi ferroviari regionali gestiti da Trenitalia (escluso collegamenti Leonardo Express) e sui bus Cotral (escluse le linee Atac, la metro di Roma e la ferrovia Roma-Lido) spostandosi in tutte le province del Lazio, dalle località balneari a quelle di montagna, dai siti archeologici ai piccoli borghi. LAZIO in TOUR si inserisce nel più ampio portfolio di oltre 2000 agevolazioni e opportunità uniche di LAZIO YOUth CARD, l'App dedicata ai giovani che vivono nel Lazio.

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito: http://www.visitlazio.com/laziointour/

Share on Facebook
Categoria: primo piano

'Boost your ideas' nuove idee per la ripresa

Il Lazio lancia call per team e start up

redazione venerdì 31 luglio 2020
boost your ideas
LAZIO - La Regione Lazio lancia la call "Boost your Ideas" chiedendo a team, imprese, startup, spin-off di università e organismi della ricerca di proporre soluzioni per affrontare il futuro dopo l'emergenza Covid-19.

Alle migliori idee saranno assegnati dei premi, sia sotto forma di servizi che di contributi in denaro per complessivi 250.000 euro.

Possono partecipare:

· startup e micro, piccole e medie imprese (Mpmi);

· team informali composti da almeno tre persone fisiche, maggiorenni, in possesso almeno di un diploma di maturità;

· spin-off di dipartimenti e Istituti di Università e Centri di Ricerca.

Come vivremo nelle nostre città, una volta passata l'emergenza Covid-19? Come cambierà il nostro lavoro? E come sarà il nostro rapporto con la cultura e la socializzazione? Queste, di fatto, alcune delle domande alle quali verrà chiesto di dare una risposta a coloro che vorranno partecipare; e questo immaginando interventi in otto distinti ambiti:

1. SOSTENIBILITÀ E RESILIENZA – soluzioni per valorizzare l'economia circolare, economia del mare, smart city, bioeconomia e green economy.

2. DIGITALIZZAZIONE – nuovi servizi e modelli di business che connettono i diversi attori, fornitori, produttori, distributori e clienti, in maniera più efficiente ed efficace, incluse soluzioni b2b che sfruttino il digitale. Ricostruzione delle filiere produttive, soluzioni per la logistica industriale e commerciale.

3. CULTURA, TURISMO E LIFE STYLE – soluzioni per nuove modalità di svolgimento di eventi culturali e di networking, fiere, anche a distanza. Proposte che favoriscono la ripresa delle filiere legate al turismo, alla moda, all' Italian life style e alla fruizione delle risorse culturali e ambientali.

4. SEMPLIFICAZIONE NELLA P.A. – Soluzioni per immaginare un nuovo rapporto tra imprese, cittadini e pubblica amministrazione, e per favorire la digitalizzazione dei servizi pubblici da parte dei governi locali.

5. VALORIZZAZIONE DEI RISULTATI DELLA RICERCA E INNOVAZIONE – soluzioni generate dal rapporto tra ricerca, innovazione e trasferimento tecnologico, inclusi prodotti e servizi innovativi in tema scienze della vita e finanza per fronteggiare la crisi.

6. FRAGILITÀ SOCIALI – soluzioni per migliorare la "nuova normalità" della popolazione, per sostenere i gruppi a rischio di marginalizzazione e facilitare il dialogo con le istituzioni.

7. RIPRESA DEL LAVORO – iniziative per fronteggiare il cambiamento e generare nuove occasioni di impresa e di lavoro. Soluzioni per favorire la digitalizzazione nell'educazione e nella formazione.

8. LOGISTICA E DISTRIBUZIONE – soluzioni innovative e nuovi modelli di business per la logistica di prossimità, per la riconnessione e digitalizzazione delle reti, per dare risposta ai cambiamenti di comportamento dei consumatori.

Tutte le tecnologie sono ammesse e ogni idea è ben accetta, sia su uno dei temi indicati e sia trasversalmente a più temi. Sono benvenute anche tematiche non indicate ma con un impatto positivo e innovative rispetto ai bisogni dei cittadini e delle comunità nella fase post emergenziale.

All'iniziativa sono invitati a partecipare – con un'apposita manifestazione d'interesse e sempre nell'ottica di un'ampia condivisione – anche altri attori: dei "partner", ossia dei soggetti qualificati (imprese di ogni dimensione; soggetti del settore pubblico allargato, del no profit e del terzo settore; acceleratori, incubatori, investitori, business angels, gestori di piattaforme di crowdfunding e soggetti attivi nella promozione della digitalizzazione e nella produzione e distribuzione di dati e informazioni utili alla costruzione di servizi e modelli di business) che contribuiranno alla selezione delle migliori idee nella doppia veste di portatori di competenze ed esperienze specialistiche e di potenziali utilizzatori delle soluzioni presentate,.

Sono previste tre edizioni di "Boost your Ideas":

1. prima call: apertura dal 20 Luglio al 13 Ottobre 2020 (già aperta);

2. seconda call: apertura dall'1 Febbraio 2021 al 15 Marzo 2021;

3. terza call: apertura dal 28 Giugno 2021 al 9 Agosto 2021.

Per ciascuna delle tre edizioni del programma, le proposte arrivate saranno esaminate insieme ai partner del progetto e ai potenziali utilizzatori delle soluzioni proposte e potranno essere indirizzate verso percorsi e premialità differenti a seconda del Investment Readiness Level (Irl) posseduto.

I premi in denaro andranno dai 5.000 ai 20.000 euro (30 premi da € 5.000 e 5 premi da € 20.000) e saranno assegnati in tre tranche, corrispondenti alle tre call. Alla fine dell'iter di selezione, per ogni tranche a 12 progetti finalisti (tranne per la terza edizione in cui saranno 11) verranno attribuite queste premialità:

· 1 progetti con un Irl tra 3 e 5 riceveranno un premio in denaro di € 5.000 e un percorso di formazione per design di prodotto e definizione del modello di business;

· 2 progetti (tranne per la terza edizione in cui sarà solo 1) con un Irl da 6 a 9 riceveranno un premio in denaro di € 20.000 e un percorso di accompagnamento al go-to-market.

"Boost your Ideas è un progetto a cui teniamo moltissimo – ha dichiarato l'assessore regionale allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Ricerca, Start-up e Innovazione, Paolo Orneli durante un webinar – si tratta di un bando già online con il quale nei prossimi mesi selezioneremo fino a 135 idee presentate da team di innovatori, ricercatori, startup e piccole imprese per provare a trovare soluzioni in grado di migliorare la vita delle persone dopo il Covid-19. L'obiettivo è quello di mettere a disposizione di questi team specifici percorsi di mentoring e tutoraggio per accompagnarli nello sviluppo delle idee progettuali, costruire momenti di incontro con potenziali investitori e provare a generare nuove imprese innovative." "Grazie di cuore alle donne e agli uomini dei nostri Spazi Attivi che hanno costruito questa opportunità – ha aggiunto Orneli – Il mondo non sarà più lo stesso dopo questa pandemia e noi abbiamo il dovere di provare a renderlo un luogo migliore dove vivere, lavorare e far crescere i nostri figli", ha concluso.

Per maggiori informazioni: https://boostyourideas.lazioinnova.it/

Share on Facebook
Categoria: primo piano

Lazio: "Startup Culturali e Creative 2020"

Contributi fino a 30mila euro

redazione giovedì 30 luglio 2020
startup
LAZIO - La Regione Lazio si conferma in prima linea nel rilancio delle attività culturali e creative del territorio. È stato pubblicato l'Avviso pubblico "Startup Culturali e Creative 2020" per il sostegno all'avvio dell'attività imprenditoriale delle micro, piccole e medie imprese (MPMI) del Lazio che operano nell'ambito del patrimonio culturale e artistico, nel settore architettura e design, ma anche nella musica, nell'audiovisivo, nell'editoria, nella comunicazione e nel mondo dei videogiochi e software.

Lo rende noto la Regione Lazio.

I progetti possono essere presentati dalle MPMI, inclusi i liberi professionisti, in forma singola e potranno essere realizzati anche a beneficio di una attività imprenditoriale svolta dall'impresa in una o più sedi operative sul territorio del Lazio. Il progetto deve riguardare i settori ammessi, avere un importo complessivo non inferiore ai 20 mila euro ed essere realizzato e rendicontato entro 24 mesi, durata minima richiesta per lo svolgimento delle attività progettuali.

Ogni MPMI potrà presentare un unico progetto che riguardi l'avviamento o lo sviluppo di attività di impresa in uno degli ambiti su riportati; non sono ammissibili progetti presentati da soggetti che abbiano già beneficiato di contributi a fondo perduto concessi nel 2020 o nel 2019 dalla Regione Lazio, anche per il tramite di proprie società in house, sulla base di altri avvisi pubblici che riguardino gli stessi settori.

Il contributo, fino a 30 mila euro, verrà concesso a fondo perduto per un massimo dell'80% delle spese ammissibili. Le domande potranno essere inoltrate dal 30 luglio al 1° ottobre 2020.

"L'impegno della Regione a favore della creatività non si ferma. Con un ulteriore investimento di 850 mila euro, che rientra nell'ambito del 'Fondo della creatività per il sostegno e lo sviluppo di imprese nel settore delle attività culturali e creative', interveniamo ancora una volta a favore del tessuto imprenditoriale del Lazio. Sono oltre 100 le startup creative che siamo riusciti a finanziare nelle scorse quattro edizioni del bando. Le imprese potranno usufruire di un aiuto concreto, dagli oneri di costituzione agli adeguamenti strutturali passando per l'acquisto o la registrazione di brevetti fino alla promozione e la pubblicità e molto altro" - dichiara il presidente, Nicola Zingaretti.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -