Giovedì, 2 Aprile 2020
RSS Feed

primo piano

Categoria: primo piano

Covid-19, Regione Lazio vara 'Pacchetto Spesa'

Venti milioni di euro per famiglie in difficoltà

redazione mercoledì 1 aprile 2020
finanziamenti pmi
LAZIO - "La Regione Lazio ha varato il 'Pacchetto Spesa' a favore dei nuclei familiari più esposti ai rischi derivanti dall'emergenza epidemiologica. La Giunta regionale ha approvato due provvedimenti di sostegno ai cittadini in difficoltà: oltre ai 20 milioni di euro destinati dalla Regione ai comuni del Lazio, a favore delle famiglie economicamente più esposte per buoni spesa, pacchi alimentari e medicinali, sarà operativo a breve, frutto di un accordo con Comuni, Terzo settore, associazioni di categoria di Commercio e Distribuzione e supermercati, un servizio gratuito per le fasce più deboli della nostra comunità come ad esempio anziani, persone non autosufficienti, a chi per patologie pregresse non può uscire di casa e a chi è in prima linea durante questa emergenza, per la consegna della spesa a domicilio. Saranno i volontari, che ringrazio ancora una volta per lo straordinario lavoro che fanno in questi giorni, a portare la spesa a casa".

A dichiararlo il presidente, Nicola Zingaretti.

"Dobbiamo sostenere - prosegue il presidente - in modo concreto chi ha più bisogno in questo momento drammatico: con i 20 milioni per il sostegno alle famiglie per la spesa, ai cui si aggiungono i 40 milioni stanziati dal Governo per un totale di 60 milioni di euro, e la straordinaria rete solidale che unisce diverse realtà del nostro territorio in aiuto dei più deboli, daremo un aiuto reale ai cittadini in situazione di indigenza economica e lanceremo un messaggio forte di vicinanza a tutta la popolazione. Senza dimenticare le imprese e le Partite Iva che abbiamo sostenuto con il progetto Pronto Cassa con il quale mobilitiamo credito agevolato per 450 milioni di euro, oltre alla sospensione dei termini di versamento (per tre mesi e fino al 31 maggio), relativi all'anno tributario 2020, della tassa automobilistica, dell'imposta regionale sulle emissioni sonore degli aeromobili civili (IRESA) e l'imposta regionale sulla benzina per autotrazione (IRBA). Solo uniti - conclude Zingaretti - riusciremo a superare un'emergenza che il nostro Paese non aveva mai affrontato prima".

Share on Facebook
Categoria: primo piano

Lazio, Covid-19: in Consiglio bandiere a lutto

Buschini: minuto di raccoglimento per le vittime

redazione martedì 31 marzo 2020
consiglio bandiere a lutto
LAZIO - "Il Consiglio regionale del Lazio, nell'esprimere sentimenti di vicinanza e vivo cordoglio alle popolazioni duramente colpite dalla drammatica emergenza causata dall'epidemia da Covid-19, che sta sconvolgendo il nostro Paese, ha aderito alla giornata di lutto, e martedì 31 marzo esporrà le bandiere a mezz'asta". Lo scrive in un comunicato l'ufficio stampa della presidenza.

"Sicuro di interpretare il sentimento di tutti voi, anche se distanti, - si legge nella comunicazione del presidente del Consiglio Mauro Buschini ai dipendenti - alle ore 12 di martedì 31 marzo, osserveremo un minuto di raccoglimento in segno di cordoglio per tutte le vittime di questo maledetto virus e per stringerci idealmente alle loro famiglie, in questo momento di profondo dolore".

Share on Facebook
Categoria: primo piano

Lazio,Consiglio apre ai lavori in via telematica

Convocata lunedì la Commissione Sviluppo economico

redazione domenica 29 marzo 2020
ingresso consiglio regionale
LAZIO - L'Ufficio di presidenza del Consiglio regionale (Udp) ha approvato ieri due delibere che serviranno a far ripartire le attività consiliari, attraverso le sedute in modalità telematica delle commissioni e degli altri organi istituzionali. Si tratta della Delibera 28 marzo n. 50 "Disciplinare per lo svolgimento delle sedute in modalità telematica dell'Ufficio di Presidenza" e della n. 51 "Disciplinare per lo svolgimento delle sedute in modalità telematica delle commissioni consiliari e di altri organi istituzionali", che hanno ottenuto il voto favorevole del presidente Mauro Buschini (Pd), dei vice presidenti Giuseppe Cangemi (FI) e Devid Porrello (M5s), dei consiglieri segretari Michela Di Biase (Pd) e Gianluca Quadrana (Lista civica Zingaretti). Contrario il consigliere segretario Daniele Giannini (Lega).

E ieri è arrivata anche la prima convocazione.

Si tratta della undicesima commissione "Sviluppo economico e attività produttive, start-up, commercio, artigianato, industria, tutela dei consumatori, ricerca e innovazione", la cui presidente, Marietta Tidei (Pd), ha convocato i commissari per domani, lunedì 30 marzo a partire dalle ore 17, per esaminare lo schema di delibera di Giunta n. 108, contenente le misure a sostegno dell'economia regionale per fronteggiare l'impatto da Covid-19.

Per introdurre la novità delle sedute telematiche nei lavori del Consiglio regionale, l'Ufficio di presidenza ha potuto fare riferimento al parere della Giunta per il regolamento reso nel corso della seduta del 26 marzo 2020 nel quale, con riferimento alla presenza dei consiglieri regionali, si afferma che: "per comprovate situazioni di gravità ed emergenza nazionale, deliberata dal Consiglio dei ministri, e/o regionale, decretata dal Presidente della Giunta, e nelle more dell'adozione delle opportune modifiche al Regolamento dei lavori del Consiglio regionale, ai fini del regolare svolgimento dei lavori dell'Aula, delle commissioni consiliari e degli altri organi interni, la 'presenza dei consiglieri regionali' è equiparata, nel caso in cui questi non possano riunirsi secondo modalità ordinarie, a quella in videoconferenza purché, nel rispetto dei criteri di trasparenza e tracciabilità, siano individuati sistemi che consentano di identificare con certezza i consiglieri regionali, garantire la continua interazione tra gli stessi nelle fasi di discussione e di votazione, assicurare il regolare svolgimento delle sedute, con particolare riguardo alle modalità di espressione del voto, nonché, ove previsto, l'adeguata pubblicità delle sedute stesse".

L'Ufficio di presidenza ha pertanto approvato le due delibere che contengono in allegato i disciplinari per lo svolgimento delle sedute in modalità telematica dello stesso Udp, delle commissioni consiliari, del Comitato per il monitoraggio dell'attuazione delle leggi e la valutazione degli effetti delle politiche regionali e del Comitato regionale di controllo contabile. Allegati ai due provvedimenti anche i relativi documenti tecnici per predisporre i collegamenti e lo svolgimento delle sedute.

A tal fine, vengono assicurate: a) la comunicazione sicura in tempo reale a due vie, attraverso il collegamento audiovideo simultaneo fra tutti i partecipanti; b) l'identificazione certa dei componenti; c) la tracciabilità dello svolgimento della seduta e quindi dei relativi flussi informativi e dati; d) la continua interazione tra i componenti nelle fasi di discussione e di votazione; e) l'integrità e la conservazione dei flussi informativi nel rispetto della normativa vigente in materia; f) la verifica della sussistenza della maggioranza dei componenti prevista per la validità delle deliberazioni; g) la forma di votazione a scrutinio palese, per appello nominale; h) la possibilità effettiva e continua da parte dei consiglieri regionali e dei componenti della Giunta regionale di esercitare le proprie prerogative; i) il rispetto della riservatezza della seduta.

Le sedute si considerano svolte, in via convenzionale, nella sede istituzionale del Consiglio regionale. Tutta la documentazione funzionale, ivi compresi gli emendamenti, i subemendamenti e le osservazioni, allo svolgimento della seduta verrà trasmessa esclusivamente mediante posta elettronica certificata (PEC), così come le stesse convocazioni. L'espressione del voto avviene per appello nominale.

Share on Facebook
Categoria: primo piano

Lazio, Covid-19: ordinanza per rifiuti urbani

Per le utenze con persone in isolamento

redazione venerdì 27 marzo 2020
raccolta differenziata
LAZIO - L'Amministrazione regionale ha emanato un'ordinanza sulla gestione dei rifiuti urbani in virtù dell'emergenza sanitaria da Covid-19. Il nuovo provvedimento prevede il blocco della raccolta differenziata per le utenze con persone in isolamento per rischio contagio e l'obbligo di protezione per tutti gli operatori del settore, oltre alle modalità di gestione dei rifiuti da parte dei Comuni e di lavorazione negli impianti di trattamento.

Lo rende noto la Regione Lazio.

Gli enti locali potranno organizzare un circuito di raccolta separata dei rifiuti a rischio contaminazione, ma non ci saranno disagi perché sono già stati individuati gli impianti che tratteranno questi scarti in forma separata, seguendo un flusso di gestione autonomo e in piena sicurezza per la tutela di lavoratori e cittadini.

"Questa ordinanza si è resa necessaria per fare chiarezza sulla gestione dei rifiuti urbani durante il periodo di emergenza sanitaria con l'obiettivo di contrastare la diffusione del virus e assicurare la salute pubblica", dichiarano Daniele Leodori, vicepresidente della Regione Lazio, e Massimiliano Valeriani, assessore regionale al Ciclo dei Rifiuti.

Share on Facebook
Categoria: primo piano

Lazio,Covid-19:8 mln di euro per studio vaccino

protocollo d'intesa con Ministero e Spallanzani

redazione mercoledì 25 marzo 2020
vaccino
LAZIO - Firmato ieri il protocollo d'intesa tra il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, il ministro della Salute, Roberto Speranza, il ministro dell'Università e della Ricerca scientifica, Gaetano Manfredi, il Consiglio Nazionale delle Ricerche e l'IRCCS "Spallanzani", per l'individuazione di un vaccino contro il COVID-19.

Lo rende noto la Regione Lazio.
Per la realizzazione di questo obiettivo sono stanziati 8 milioni di euro, 5 milioni a carico della Regione Lazio, trasferiti allo Spallanzani, e 3 milioni a carico del Ministero dell'Università e della Ricerca scientifica.

Con il protocollo d'intesa vengono messe in campo tutte le azioni necessarie per contribuire alla soluzione dell'emergenza epidemiologica, attraverso l'iniziativa di ricerca tecnico-scientifica, che punta alla individuazione nel più breve tempo possibile di un vaccino contro il COVID-19, che sarà finalizzato all'uso clinico e nello studio clinico di Fase I.

Impegno comune, delle Istituzioni e degli enti di ricerca coinvolti, è mettere a disposizione competenze, professionalità, strutture, risorse umane e finanziarie, collaborando, cooperando e mettendo in atto ogni azione possibile per il raggiungimento dell'obiettivo concreto.

Tutti i firmatari del protocollo assicurano l'impegno delle proprie organizzazioni. Il Cnr e lo Spallanzani sono autorizzati, in stretta collaborazione e cooperazione e per le rispettive competenze, ad avviare ogni azione e attività scientifica, tecnica e gestionale per trovare il vaccino contro il Covid-19. La conduzione della ricerca sarà monitorata da un comitato internazionale che sarà individuato congiuntamente da Cnr e Spallanzani di concerto con i due Ministeri. Il Ministero dell'Università e della Ricerca e il Ministero della Salute si impegnano a sostenere l'intervento con iniziative di supporto e facilitazione, anche con l'eventuale coinvolgimento degli altri enti di ricerca vigilati e delle università.

La Regione Lazio si impegna a mettere a disposizione la propria organizzazione e le strutture territoriali, nello specifico quelle sanitarie, anche garantendo il rilascio delle necessarie autorizzazioni, per l'esecuzione del presente protocollo. Il Protocollo d'intesa ha la durata di due anni al fine di consentire il completamento delle attività di ricerca e il raggiungimento degli obiettivi scientifici.

Share on Facebook
Il Corriere del Lago è una testata giornalistica regolarmente registrata - iscrizione al roc n°20112 -
Direttore responsabile: Andrea Camponi - Direttore editoriale: Giampiero Valenza
MAGAZZINIDELCAOS editori via di Siena,14 Castiglione della Pescaia [gr] - p.iva/cod.fisc. 011 99 86 05 35
- TUTTI I DIRITTI RISERVATI -